Vita Santuario
 
 
 

Rapporto della Commissione Santuario



...Migliaia sono i pellegrini che annualmente entrano in santuario con questa speranza e trovano conforto dalla presenza viva di Maria che li attende nella sua casa.

Inoltre, il Santuario richiede un’attività intensa di custodia e salvaguardia dei beni artistici, riconosciuti patrimonio europeo, e molteplici sono le iniziative culturali e artistiche in essere.

E’ parrocchia, e come tale vive pienamente la sua doppia natura di “casa” per la comunità pastorale e di Santuario che attrae i pellegrini dovunque.

Fa parte della comunità pastorale saronnese, che da sempre sente un forte senso di appartenenza al Santuario. Il rapporto tra i saronnesi e la Vergine dei Miracoli si è intensificato e rafforzato negli anni e rimane quanto mai saldo... (leggi tutto)




11 ottobre 2012: inizio anno della Fede “ Porta Fidei”

14 ottobre 2012:
benedizione del portone centrale restaurato del Santuario

Dopo un anno di restauro è tornato al suo posto il portone centrale del nostro Santuario. E’ la nostra “Porta Fidei” e domenica 14 alle ore 11,00 sarà benedetto.
“Il cristiano non deve essere tiepido. Nei credenti, la fede deve divenire fiamma dell’Amore. Una fiamma che realmente accende il mio essere, che diventa la grande passione del mio essere e così accende il prossimo” (Benedetto XVI al Sinodo dei Vescovi).

Il portone opera dell’intagliatore Tranquillo Zucchelli è stato installato nel 1650. Si tratta di due ante in noce nazionale massiccio con delle cornici intarsiate e con elementi decorativi floreali e testine intagliate. Durante i secoli sono stati fatti diversi interventi di manutenzione, pulitura e riverniciatura a scopo conservativo. L’ultimo intervento, eseguito dal restauratore Napoli Salvatore, risale al 1992. L’inquinamento e l’incuria umana di questi ultimi anni hanno accelerato il degrado e richiesto un consistente intervento conservativo al fine di evitarne altri più massivi ed onerosi.
  
Per quest’opera di restauro 2012 è stato necessario smontare e trasportare il portone nel laboratorio della Ditta Mariani di Lazzate sotto l’attenta direzione del Soprintendente Arch. Alberto Artioli e del funzionario responsabile Ing. Italo Tavolaro (autorizzazione della Soprintendenza per i Beni Architettonici del 13 ottobre 2011). Il restauro è consistito in una prima fase di depolveratura a secco e lavaggi mirati. La seconda fase di una delicata carteggiatura a mano di tutte le decorazioni, fissaggio di tutti gli elementi decorativi distaccati e conservati, successive stuccature e risarcitura delle lesioni con colle e segatura. Successiva applicazione di consolidante e protettivo anti tarli.  

 “Fin dall’inizio del mio ministero come Successore di Pietro ho ricordato l’esigenza di riscoprire il cammino della fede per mettere in luce con sempre maggior evidenza la gioia e il rinnovato entusiasmo dell’incontro con Cristo. La Chiesa nel suo insieme, e i Pastori in essa, come Cristo devono mettersi in cammino, per condurre gli uomini fuori dal deserto, verso il luogo delle vita, verso l’amicizia con il Figlio di Dio, verso Colui che ci dona la vita, la vita in pienezza”. (Benedetto XVI MP “Porta Fidei”, n. 2).

In un momento di una profonda crisi di fede che ha toccato molte persone, anche il nostro portone centrale ci può simbolicamente aiutare a vivere la gioia e il rinnovato entusiasmo dell’incontro con Cristo.


IL NOSTRO SANTUARIO “PICCOLA SISTINA” DI LOMBARDIA

«E' una «storia di luce, di liberazione, di salvezza» quella narrata dalla Cappella Sistina. Una storia che «parla del rapporto di Dio con l’umanità». E davvero, allora, si può dire che «è la luce di Dio quella che illumina questi affreschi e l’intera Cappella papale».

Il Papa ha presieduto i Primi Vespri di Tutti i Santi 2012 per commemorare cinque secoli del capolavoro che decora la volta, voluto da Giulio II. «Qui tutto vive, tutto risuona a contatto con la Parola di Dio».

Così come Michelangelo con la sua opera ha evidenziato che «il mondo non è prodotto dell’oscurità» bensì «di un supremo atto d’Amore»
, attraverso analogie artistiche e cronologiche, ritroviamo lo stesso spirito anche nel nostro Santuario, dove “lo sguardo viene spinto a ripercorrere il messaggio dei Profeti, a cui si aggiungono le Sibille pagane in attesa di Cristo, fino al principio di tutto”... (leggi tutto)



RESTAURO DELLE STATUE LIGNEE DELLA CUPOLA DEL SANTUARIO

...sono state purtroppo trascurate le 20 statue lignee dei profeti e sibille (alte mt. 1,70), opere di Giulio Oggioni, decorate da Alberto da Lodi su disegni di Gaudenzio Ferrari e collocate nelle nicchie nel 1544, che già presentavano segni di evidente ammaloramento.

Ora le loro condizioni sono ulteriormente peggiorate: il legno presenta spaccature, sollevamento del colore e delle dorature, perdita di modellato, i tarli stanno scavando numerose gallerie e ultimamente una imprevedibile invasione di alcuni piccioni hanno completato l' opera di degrado...
leggi tutto


Domenica 10 giugno dalle ore 15,30 alle 17,00 è stato possibile vedere le prime tre statue (un profeta e due sibille) completamente restaurate; sono state collocate nella sala dove sono esposte quelle ancora da riparare per un confronto.

Domenica 30 settembre GIORNATA EUROPEA DEL PATRIMONIO ARTISTICO: con il patrocinio della Soprintendenza alle Belle Arti e della Fondazione Comunitaria del Varesotto, il Santuario della Beata Vergine dei Miracoli di Saronno proporrà in mostra le prime 6 statue lignee (Profeti e Sibille, opere di Giulio Oggioni - 1539) restaurate nel laboratorio di Carola Ciprandi, la mostra comprenderà anche foto e spiegazioni delle varie fasi del restauro. L'inaugurazione sarà alle ore 15,00 piazzale Santuario, 7 e contemporaneamente le guide del Santuario saranno a disposizione per una visita guidata alle "meraviglie artistiche"che i nostri avi ci hanno lasciato e che la fede e la generosità di tutto il saronnese contribuiscono a mantenere nel migliore dei modi.

Nella giornata di oggi siamo anche al centro dell’Europa: quell’Europa che ha contribuito a diffondere nel mondo un canone di bellezza che oltrepassasse l’estetica e che fosse espressione di una bellezza profonda, che sanasse, consolasse, rallegrasse  lo spirito,  quale l’arte religiosa ne è una riprova. Oggi siamo al centro della bellezza e la bellezza salverà il mondo. Siamo in un santuario che fa vivere questa bellezza a chiunque.
Ma cosa è più bello del cuore di Maria, Signora di questo santuario?
L’augurio allora è di godere assieme in letizia di questo dono di bellezza offerta a tutti indistintamente.  

Vedi sito del Ministero per i Beni e le Attività Culturali


Vedi recensione di Nicoletta Serio sul “Giornale dell'Arte”

Vedi filmato “visita della mostra”

© Foto: Studio Fusetti



I restauri ultimati
nel 2011: Le statue della deposizione, la torre campanaria, l'organo... leggi tutto


GUIDA DEL SANTUARIO

Carissimi pellegrini, che arrivate al Santuario della Beata Vergine dei Miracoli a Saronno, siate i benvenuti. Da qualsiasi parte arriviate, spinti dai desideri e dalle attese più diverse, qui è fissato per voi un appuntamento. C’è un dono per voi. Nel pellegrinaggio della vita siete ad una tappa piena di bellezza e di serenità che offre speranza e conforto. È un luogo benedetto dove incontriamo Maria, la madre di Gesù, che a Lui ci conduce.

Noi Saronnesi siamo i depositari di questo tesoro. Veniamo qui per leggere e rileggere la storia della salvezza, per contemplare la bellezza e pregare, per portare nelle nostre case il messaggio di speranza: qui ci viene incontro sempre la Beata Vergine dei Miracoli.  Siamo ben lieti di condividere con voi il dono che abbiamo ricevuto.
(leggi presentazione).



«La nuova evangelizzazione parte anche dal confessionale»

Dedicato alla Confessione il discorso di Ratzinger alla Penitenzieria apostolica: la reale conversione dei cuori è motore di ogni riforma e vera forza evangelizzante... (leggi tutto)


Istituzione nuovi Esorcisti

Nella Chiesa il ministero dell’esorcista è per accogliere con fede l’invocazione di aiuto che viene da vite tormentate dal male, con una missione specifica per quelle manifestazioni del maligno che si possono esprimere anche nella possessione demoniaca... (vedi documento)

 

VISITE GUIDATE


Anche in quest’anno 2015 il Santuario organizza visite guidate alla scoperte dei tesori d’arte con cui i deputati saronnesi ci hanno voluto onorare la Beata Vergine ed ora risplendenti dopo i recenti restauri e il rinnovato impianto di illuminazione, in particolare la cupola col più bel Paradiso affrescato in Europa.

Bernardino Luini, Cesare Magni, Gaudenzio Ferrari, Bernardino Lanino, Camillo e Giulio Cesare Procaccini, Ambrogio e Stefano Maria Legnani, Abbiati, Mantegazza, Ciniselli, Andrea da Corbetta, Giulio da Oggiono, Alberto da Lodi, Pompeo Marchesi sono gli artisti che con gli architetti del periodo rinascimentale, hanno magnificamente realizzato le opere pittoriche e scultoree che impreziosiscono la “Casa” dedicata alla Madonna.

Le visite al Santuario e al museo sono organizzate nelle domeniche:
18 gennaio – 8 febbraio – 15 marzo – 19 aprile – 17 maggio – 14 giugno 2015 con un turno alle ore 15,00 ed uno alle 15,30. Non serve prenotare. E’ richiesto un contributo di € 5,00 a persona.



IN ARCHIVIO ...


L'Anno Costantiniano


L'Anno della Fede


Ricordo del Card. Martini

S. Messa col Papa a Milano - VII Incontro Mondiale delle Famiglie
- 3 giugno 2012



Con Scola in Duomo, i “Misteri della luce” - 10 maggio 2012


Omelia di Mons. Centemeri in occasione del Pellegrinaggio al Santuario, della Parrocchia Ss. Pietro e Paolo di Gerenzano (1 maggio 2012)


Settembre-Dicembre 2011: l'Ultima Cena al 25° Congresso Eucaristico Nazionale


Martedì 29 novembre 2011: le reliquie di S. Benadette in Santuario


Domenica 23 ottobre 2011: canonizzazione del Beato Luigi Guanella


Ricordo di don Antonio Bosisio

Suor Enrichetta Alfieri, don Serafino Morazzone e don Clemente Vismara sono stati eletti beati (29/06/2011)

Una beatificazione da vivere con gioia: Domenica 1° maggio 2011 in piazza S. Pietro.

La Croce di San Carlo e la reliquia del S. Chiodo in Santuario in occasione della Festa del Voto 2011 (26-28 marzo)

Mostra sulla Traslazione della Madonna dei Miracoli dalla cappellina all'interno del Santuario fatta da S. Carlo il 10 settembre 1581 (1 novembre 2010)


Lettera del Santo Padre Benedetto XVI in occasione del II CONGRESSO MONDIALE DI PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI E SANTUARI



Santuari, polmoni della fede - di G. Ravasi



Filmato RAI1 - S.Messa di domenica 27 luglio 2008



Piccola ostensione della Sindone in Santuario - Quaresima 2010



Pellegrinaggi al Santuario da maggio 2000 a marzo 2010


25 ottobre 2009: Beatificazione di don Carlo Gnocchi


Settembre 2009: L'uomo delle alte vette - Visita al nostro santuario di Mons. Careggio e presentazione del libro su Giovanni Paolo II


Don Luigi Monza a Saronno


Settembre 2009: Festa del Senor del los Milagros - Mostra Fotografica

31 maggio 1959 – 31 maggio 2009:
50° di Consacrazione della Città di Saronno alla sua Madonna dei Miracoli


FESTA DEL VOTO 2009 (29 marzo)


ANNO 2008: 510° ANNIVERSARIO della posa della prima pietra


EVENTO DELL'ANNO 2007


Gennaio 2007: VISITA DI ALEKSANDR MOGILEV Vescovo di Kostroma (Russia)


MOSTRA: “I VOLTI DI GESÚ E DI MARIA”


MOSTRA DI PITTURA: “L'ANNUNCIO FATTO A MARIA”


25 aprile 2005: PELLEGRINAGGIO della Parrocchia SS Pietro e Paolo Gerenzano
  Home - Informazioni - Arte - Storia - Archivio Storico